Spesa record in Puglia. 27 milioni di euro alle associazioni pseudo-animaliste.

Tanto ammontano gli euro percepiti dagli animalisti dal 2010 grazie ad una legge fatta ad hoc per loro da una classe politica distratta che ha legiferato illegalmente.

La gestione dei canili pubblici dal 2010 non può che essere monopolio degli animalisti perchè, una Legge Regionale oggi dichiarata illegale dalla Corte Costituzionale, ha consegnato loro tutte le strutture pubbliche della Regione Puglia.

In barba ad ogni norma legale le Amministrazioni Comunali hanno affidato, senza nessuna regolare gara di appalto, ad associazioni animaliste costituite ad hoc per gli affidamenti spartendosi fra loro appalti milionari senza che nessuno avesse/abbia vere competenze specifiche nella gestione di strutture complesse (costate alla comunità milioni di euro) oltre a non avere competenze nella gestione dell'animale.

Alcuni esempi di questi appalti "regalati" sono:

  • Il Comune di Lecce ha speso 1 milione di euro
  • Il Comune di Mesagne ha speso 690 mila euro 
  • Il Comune di Putignano ha speso 180 mila euro 
  • Il Comune di Manduria ha speso 290 mila euro
  • Il Comune di Foggia ha spesa 192 mila euro

Fa ancora più clamore pensare che un comune come Mesagne ha solo 27.000 abitanti.

Oggi, finalmente, a legalità ripristinata, le strutture potranno essere assegnate, con regolare gara d'appalto, a privati o associazioni animaliste realmente capaci.

Orari

Lunedì 09:00 / 15:00
Martedì 09:00 / 15:00
Mercoledì 09:00 / 15:00
Giovedì  09:00 / 15:00
Venerdì  09:00 / 15:00
Sabato  09:00 / 12:00
Domenica  CHIUSO    

Facebook

Mappa